08.03.2016 – di LUIGI SAITTA –

giovaniUn delitto crudele, efferato, inspiegabile.
E’ quello che è accaduto nel quartiere Collatino, alla periferia est di Roma. Dove un giovane  studente ventitreenne è stato barbaramente ucciso da due suoi amici  nel corso di un festino a base di alcol e droga. Mistero sulle cause. Un tristissimo episodio che getta  la luce su una gioventù, quella attuale, priva di motivazioni, di scopi, di valori. Giovani che non hanno mete, ideali, modelli. E sono davvero tanti, in Italia. Di chi la colpa? Delle famiglie ( spesso assenti ), della scuola, della nostra società, sempre piu’ globalizzata, informatizzata, virtuale ( e sempre più cannibale di se stessa). Estremamente arduo indicare i rimedi. Che i giovani  sani( e anch’essi sono davvero tanti, per fortuna )  siano di esempio.

Stiamo trasmettendo:

Da cellulare:

mobile