02.08.2019 – di Don ANTONIO INTERGUGLIELMI – Cappellano Rai – Saxa Rubra (Roma)

Quante volte abbiamo messo al primo posto il successo, la carriera, i soldi…sacrificando le cose più belle, quelle che non passano e danno un senso alla nostra vita.  Viviamo nell’illusione di essere immortali, che abbiamo sempre del tempo, quello che dovrei fare oggi, potrò farlo anche domani.

“Poi dirò a me stesso: Anima mia, hai a disposizione molti beni, per molti anni; ripòsati, mangia, bevi e divèrtiti!”. Ma Dio gli disse: “Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato, di chi sarà?”

Al momento giusto potrò curare la famiglia, pensare ai figli, alle persone importanti…ma adesso è necessario altro, accumulare, riuscire…per un tempo sacrifico tutto, poi ci penserò

Così anche con Dio. Oggi devo occuparmi d’altro, per il Signore c’è sempre tempo. Ora potrei pregare, ma ci sono tante altre cose importanti da fare. Potrei riconciliarmi con quel collega, quel parente, quell’amico…ma forse…domani…lo farò.

Signore “Insegnaci a contare i nostri giorni, e giungeremo alla Sapienza del Cuore” (dal Salmo 90).