26.01.2020 – DON ANTONIO INTERGUGLIELMI

Gesù lascia Nazareth e incomincia a predicare “Convertitevi perché il regno dei cieli è vicino”. E’ un invito che rivolge anche oggi a noi, perché possiamo vivere il tempo che il Signore ci concede in maniera sapiente, come ripete il Salmo 89: “Insegnaci a contare i nostri giorni e giungeremo alla sapienza del cuore”.
C’è un modo di vivere da stolti, pensando che sempre avremo una nuova occasione, che ancora il Signore ci darà un’opportunità: domani potrò trovare di meglio, avrò la possibilità di fare le cose sul serio…voglio ancora vivere “giocando”, con la vita e con le persone.
Quello che oggi disprezzi non sai se domani lo riavrai, quella persona che oggi rifiuti domani la rimpiangerai, questa Grazia che oggi il Signore ti presenta, forse domani non si ripeterà: abbiamo bisogno di saper approfittare del tempo che viviamo, perché domani non sappiamo cosa avverrà.
Il cristiano è l’uomo che vive con sapienza perché vive l’oggi, sa riconoscere il tempo favorevole. Così come Pietro e Andrea che all’invito di Gesù lasciano tutto e lo seguono; lo stesso fanno anche Giacomo e Giovanni suo fratello. Sanno approfittare della Grazia! Hanno il coraggio di rischiare tutto, per seguire Cristo.
Signore, dona anche a noi questa fiducia, la capacità di vivere con sapienza, approfittando del tempo che ci dai, vivendo ogni giorno come un dono, da non sprecare, ma per guadagnare il Cielo.