19.07.2020 – G. MARTINELLI

Tra pochi giorni prenderà il via la Marcia Francescana delle Famiglie 2020, proposta per il secondo anno consecutivo da RGA e dalla Parrocchia della B.V.M. di Loreto a Guidonia.
Nonostante le restrizioni per il Covid19, gli organizzatori hanno voluto ripetere l’iniziativa che aveva suscitato tante emozioni e gioia nei cuori dei tantissimi partecipanti della Marcia del 2019.
Per i partecipanti (le iscrizioni sono ancora aperte) l’appuntamento è alle ore 7.00 del 2 agosto fuori la Parrocchia della B.V.M. di Loreto; in pullman si raggiungerà il Santuario di Rivotorto e da lì inizierà la Marcia verso la Porziuncola, luogo dell’incontro per ricevere il perdono di Dio.
I cinque chilometri da percorrere a piedi, saranno guidati spiritualmente da Padre Diego Madera, parroco della B.V.M. di Loreto, attraverso riflessioni, meditazioni e canti.
Tutta la Marcia sarà video trasmessa in streaming sui canali social di RGA.
Sarà questa un’opportunità per chi sta a casa, di unirsi in preghiera, seppur virtualmente, con i partecipanti alla marcia.
Ci auguriamo di poter vedere anche quest’anno anziani, bambini, disabili, pur sapendo delle difficoltà di movimento e dalle preoccupazioni di questi ultimi mesi.
La prerogativa che ha spinto RGA a dar vita a questa iniziativa della “Marcia Francescana delle Famiglie”, è stato proprio il desiderio di unire intere famiglie in unico abbraccio fraterno, in un’esperienza di condivisione senza barriere di età o condizione sociale.
Sono diverse le persone che si sono già prenotate e che non hanno voluto perdersi questa esperienza. Quindi, nel rispetto delle misure di sicurezza e delle dovute distanze, tutti insieme si andrà verso Santa Maria degli Angeli, nella bellezza di attraversare strade percorse da San Francesco, ricche di fascino spirituale, di storia, di natura incontaminata.
Ricordiamo come il 2 agosto è il giorno solenne voluto e istituito da San Francesco nel 1216 per sperimentare la grandezza di quel perdono che il Padre elargisce a tutti coloro che sperimentano nella loro vita la gioia di essere Figli di Dio.