22.08.2021 – DON ANTONIO INTERGUGLIELMI

Oggi il Signore, come Giosuè a Sichem, ci viene a chiedere “chi volete seguire oggi”?
Vogliamo seguire le nostre idee, i piaceri, i soldi? Se non lo abbiamo conosciuto, mai ci siamo fidati della Sua parola, anche se forse andiamo in chiesa, scegliendo solo quello che ci piaceva: allora lo andremo a cercare nelle cose del mondo. Queste prima ci illudono e poi ci distruggono, come vediamo ogni giorno nella vita di tanta gente di successo, di tanti ricchi.
Forse solo quando abbiamo provato la delusione per aver cercato la felicità dietro ad altri falsi ideali, possiamo rispondere anche noi “Lontano da noi abbandonare il Signore per servire altri dei”.
Si può accettare questa Parola solo facendogli spazio nel nostro cuore perché si può seguire Cristo, solo se lo abbiamo incontrato nella nostra debolezza, anche nei nostri sbagli lontano da Lui.
Quanto più ci avviciniamo a Dio, tanto più notiamo la nostra fragilità, la nostra indegnità: ci cambia davvero solo l’incontro con l’amore incondizionato di Dio per noi, con la Sua Misericordia.
Un amore così grande che spesso ci scandalizza, ma che dà frutti meravigliosi: quando lo incontriamo possiamo essere fedeli nel matrimonio, siamo capaci di accettare l’ingiustizia, non inganniamo più gli altri, la smettiamo di giudicare e di mormorare.
Scegliere Cristo è ricevere la natura dell’uomo celeste.