03.04.2022 – DON ANTONIO INTERGUGLIELMI

Il brano del Vangelo di Giovanni di questa domenica mostra la grandezza dell’amore che Dio ci ha donato con Gesù: Lui ha mostrato che Dio è nostro Padre e che ci ama immensamente, con un amore pieno di tenerezza.
La tenerezza che Gesù mostra verso la peccatrice.
Perché Gesù Cristo ha dato la vita per noi, quando eravamo peccatori, come ci ricorda San Paolo.
Ci ha mostra¬to una forma nuova di amore, un amore che non c’è nel mondo, perché è un amore soprannaturale: l’amore di Dio, l’amore in cui consiste la natura divina.
La virtù dei farisei, la loro rettitudine e il perfetto adempimento della legge, non lo può comprendere; all’uomo della legge risulta incomprensibile la misericordia, il Perdono. L’uomo che si crede giusto capisce solo la sua giustizia.
Invece l’esperienza del perdono di Dio che fa l’adultera è fondamentale per tutti, perché in noi nasca questa natura divina: scoprire questo Amore così grande, perché tutti noi siamo stati in qualche modo “adulteri”. Abbiamo messo qualcuno o qualcos’altro al posto di Dio.
Fare esperienza di questa Misericordia, è essere rigenerati da Dio; ma se tu ascolti il tuo senso di giustizia, la tua esigenza di perfezionismo, alla fine dubiterai dell’amore di Dio fino a pensare che Dio non c’è. E ti viene un terrore interiore perché allora tu non sei nessuno e niente ha senso; allora cerchi di dare senso a tutto con il darti soddisfazione, affettiva, di potere, di denaro…perché stai cercando di affermare te stesso di fronte al nulla.
Noi mostreremo che abbiamo conosciuto Gesù se, quando qualcuno ci farà qualche ingiustizia, noi la prenderemo su di noi, fino a perdonare, così come Gesù ha fatto con noi.