PARTITA DEL CUORE

1891090_866415343420966_5169771255354233611_n

Rebibbia – Radiogiovaniarcobaleno

Roma, 20/12/2014

E’ finita da un paio d’ore l’attesissima partita tra i detenuti di Rebibbia e gli speaker di Rga. E’ finita 5 a 3 per Rga, ma in realtà ha vinto lo sport, ha vinto l’amore, l’accoglienza e la solidarietà. Ringraziamo Luigi Giannelli, una persona eccezionale che ci ha permesso di vivere questa esperienza indimenticabile. Ringraziamo tutti i suoi colleghi per la cordialità, e tutti detenuti che ci hanno donato sorrisi, fratellanza, accoglienza, sportività e tante emozioni. Bravissimi i ragazzi Rga, sono usciti dal campo tra gli applausi e infiniti “grazie”. Speriamo di essere riusciti a portare una piccola luce di speranza, di amore e di solidarietà, dietro quei cancelli, infiniti, che si chiudevano dietro a noi.

Video

Servizio del TGR Lazio

Un pò di Guidonia in Messico…

10816134_844398568915731_1081148294_n

Si sta svolgendo in Messico, nel silenzio dei media, il Campionato del Mondo di calcio per amputati. Per la prima volta è presente
anche la Nazionale Italiana, tra le cui fila c’è ARTURO MARIANI di Guidonia. Ma non è il solo a rappresentare la nostra città.
Radiogiovaniarcobaleno, la web radio cattolica di Guidonia, ha mandato due inviati a seguire questo evento: Luca Maletta e Alessandro Mariani, che stanno facendo un lavoro prezioso di documentazione, riprendendo secondo dopo secondo l’esperienza azzurra. L’Italia ha già giocato due partite: la prima contro il Messico vincendo per due a zero, la seconda contro la Polonia perdendo
per uno a zero. Arturo Mariani, 21 anni studente universitario, gioca in difesa e in queste due partite si è contraddistinto per tenacia, tecnica, grinta, un vero muro impenetrabile per gli avversari. DSC_9690 bis

La rosa della Nazionale convocata in Messico è formata da dodici ragazzi, persone meravigliose, allegre, solari, ognuno con il suo bagaglio di vissuto che lo rende speciale e maestro di vita. Ricordiamo tra tutti Salvatore Iudica, il portiere della squadra “arcobaleno”. Potete seguire tutte le news e i video su: www.radiogiovaniarcobaleno.it

Messico-Italia 0-2: comincia con una vittoria l’avventura degli azzurri.

La giornata di esordio della nazionale di Calcio amputati ai Mondiali che si svolgono a Culiacan (Messico) è avvenuto di fronte a 10.000 persone che gremivano gli spalti dello Stadio Universitario preparato per l’occasione per ricevere la partita iniziale di questo mondiale tra Italia e Messico.
La formazione con cui è scesa in campo la nazionale è stata la seguente:
Daniel Priami in porta, Riccardo Tondi, Stefano Starvaggi, Arturo Mariani (in difesa), Francesco Messori (lat. Di sinistra), Gianni Sasso (punta centrale), Emanuele Padoan (lat. di destra).
A disposizione: Paolo Trapasso, Emanuele Leone. Luca Zavatti, Salvatore Iudica e Salvatore La Manna.
Fischio di inizio alle 18,50 ora locale (2,50 in Italia).
Inizio faticoso dovuto alla emozione di poter giocare un Mondiale e soprattutto in uno stadio con migliaia di persone.
Dopo soli 4 minuti incomincia la sfida tra Gianni Sasso e il portiere Messicano che para con disinvoltura.
A metà del primo tempo l’Italia incomincia a ragionare e dopo un ottimo scambio il portiere messicano para un tiro ad Emanuele Padoan.
Al 16-esimo primo cambio esce F. Messori , che fino a quel momento aveva eseguito meticolosamente gli ordini impartiti dal coach Vergnani , per fare posto ad Emanuele Leone.
Il coach si rende conto che la sua squadra ha bisogno di una sferzata di energia e chiama un minuto di sospensione e al rientro  S. Starvaggi tenta di beffare il portiere messicano con un tiro da centrocampo che viene deviato in calcio d’angolo.
Prima della fine del primo tempo possiamo ricordare un’ottima parata di D.Priami su tiro ravvicinato dei messicani.
La difesa con R.Tondi/A.Mariani e col supporto centrale di S.Starvaggi regge molto bene.
Il secondo tempo incomincia con l’ennesima parata del portiere messicano su tiro di G.Sasso e dopo l’immediato contropiede, bloccato dal nostro portiere, è sempre G. Sasso a chiudere un triangolo con E. Padoan mettendo in rete in mezza rovesciata.
C’è solo l’Italia, ma non finalizza le tante occasioni, ricordiamo un ottimo triangolo G.Sasso/F.Messori e alcuni tiri di E. Leone.
A metà del secondo tempo il Messico prende con decisione le redini del gioco e arriva parecchie volte in area Italiana ma prima R. Tondi e por A. Mariani col supporto del centrocampo bloccano le loro azioni.
Il Messico è sfortunato e in due occasioni sfiora il palo alla destra di D. Priami.
Entra P.Capasso, in ripresa da un infortunio, e immediatamente dimostra al coach R.Vergnani la fiducia accordata sostituendo F.Messori che fino a quel momento aveva svolto una buonissima prestazione.
Pochi minuti dalla fine e S.Starvaggi, dopo aver intercettato un pallone a centrocampo, dopo un slalom tra tre avversari riesce a servire E.Padoan che insacca da pochi metri.
La partita finisce col pubblico che, nonostante il risultato, applaude entrambe le squadre.

di Marcello Lusetti

DSC_9593 bis         DSC_9672 bis

 DSC_9676 bis         DSC_9690 bis