VIVERE IL VANGELO: XXI Domenica del tempo ordinario

17.08.2016 – di Don ANTONIO INTERGUGLIELMI – Cappellano Rai – Saxa Rubra (Roma) –

C21-wSignore sono pochi quelli che si salvano?” questa domanda che fanno a Gesù nel Vangelo di oggi dovrebbe farci molto pensare. Perché Gesù risponde “Sforzatevi per entrare per la porta stretta, perché molti ci proveranno, ma non ci riusciranno…”
Cos’è questa porta stretta? Cosa serve per entrarvi?
E’ qualcosa di scomodo, perché se la porta è stretta devi farti piccolo per passare: lì l’orgoglio e la superbia ci impediscono di entrare. Il voler essere superiore, dominare, sopraffare, impedisce di passare. Puoi spingere e chiedere quanto vuoi…ma non passi.
Nella Chiesa tutti siamo chiamati ad operare, a muoverci, a fare opere soprannaturali; ma spesso vediamo anche nella Chiesa che tanti si muovono in funzione del loro ego, del loro io, del loro egoismo, del voler dominare. Seguire Cristo a parole, ma non con il cuore.
“Ma abbiamo mangiato e bevuto con te…” ma io non vi conosco, può dirci un giorno il Signore, mai mi avete ascoltato davvero, mai è potuta nascere in te la vita divina, mai hai accettato l’ingiustizia, soffrire per fare la mia Volontà, Read more »

Il dramma dei piccoli migranti – Il punto di Luigi Saitta

17.08.2016 – di LUIGI SAITTA –
Immigrazione: arrivata nave con 294 profughi a TarantoCon molto ritardo, anche i grandi mezzi di comunicazione, i giornali, le tv, le radio, i new media, iniziano ad occuparsi dell’argomento. Vale a dire il dramma della moltitudine di minorenni ( oltre sedicimila sbarcati in Italia soltanto da gennaio ad oggi ) che sono entrati nel nostro Paese. Esisteva al riguardo un silenzio che potremmo definire assordante. Oggi, lentamente, il problema diventa di dominio pubblico. Perché molto spesso si tratta di minori non accompagnati, un vero e proprio esercito di bambini senza nessuno. I centri di accoglienza sono al collasso. “Save the children” da tempo ha lanciato l’allarme: “Serve un’accoglienza dedicata”. Questo il pressante appello dell’organizzazione umanitaria. E, per fortuna, sembra che anche il Ministero dell’Interno si stia Read more »

VIVERE IL VANGELO: Assunzione di Maria

15.08.2016 – di Don ANTONIO INTERGUGLIELMI – Cappellano Rai – Saxa Rubra (Roma) –

220px-Reni,_Guido_-_Himmelfahrt_Mariae_-_1642Con la Festa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria la Chiesa afferma che, terminato il corso della vita terrena, la madre di Gesù fu trasferita in Paradiso, sia con l’anima che con il corpo, cioè fu Assunta in cielo.

Il dogma cattolico venne proclamato da Papa Pio XII il 1º novembre 1950, nell’Anno Santo, con la Costituzione Apostolica Munificentissimus Deus, che si traduce “Dio è generosissimo”.

Questa Festa fa presente anche il destino per noi cristiani: il Cielo.

E’ triste la vita dell’uomo che pensa che non ci sia altro di ciò che vede!

Ma noi sappiamo che la vita non è un caso, un assurdo; a noi il Signore ha rivelato il senso della vita, perciò possiamo oggi ringraziare la Vergine Maria perché attraverso di Lei Cristo è nato e ci ha rivelato che Lui esiste, ci ama, e che anche oggi, se lo chiamiamo, se lo ascoltiamo, Lui ci libera da ogni paura.

Ecco perché per la nostra fede è importantissimo il rapporto che abbiamo con la Madre di Dio.

L’amore alla Vergine Maria è una porta preziosa per ricevere lo Spirito di Suo Figlio Gesù, lo Spirito Santo, la natura divina, che ci fa figli del Cielo, cittadini della Gerusalemme celeste, Read more »