VIVERE IL VANGELO: Assunzione di Maria

15.08.2016 – di Don ANTONIO INTERGUGLIELMI – Cappellano Rai – Saxa Rubra (Roma) –

220px-Reni,_Guido_-_Himmelfahrt_Mariae_-_1642Con la Festa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria la Chiesa afferma che, terminato il corso della vita terrena, la madre di Gesù fu trasferita in Paradiso, sia con l’anima che con il corpo, cioè fu Assunta in cielo.

Il dogma cattolico venne proclamato da Papa Pio XII il 1º novembre 1950, nell’Anno Santo, con la Costituzione Apostolica Munificentissimus Deus, che si traduce “Dio è generosissimo”.

Questa Festa fa presente anche il destino per noi cristiani: il Cielo.

E’ triste la vita dell’uomo che pensa che non ci sia altro di ciò che vede!

Ma noi sappiamo che la vita non è un caso, un assurdo; a noi il Signore ha rivelato il senso della vita, perciò possiamo oggi ringraziare la Vergine Maria perché attraverso di Lei Cristo è nato e ci ha rivelato che Lui esiste, ci ama, e che anche oggi, se lo chiamiamo, se lo ascoltiamo, Lui ci libera da ogni paura.

Ecco perché per la nostra fede è importantissimo il rapporto che abbiamo con la Madre di Dio.

L’amore alla Vergine Maria è una porta preziosa per ricevere lo Spirito di Suo Figlio Gesù, lo Spirito Santo, la natura divina, che ci fa figli del Cielo, cittadini della Gerusalemme celeste, Read more »

VIVERE IL VANGELO: XX Domenica del tempo ordinario

10.08.2016 – di Don ANTONIO INTERGUGLIELMI – Cappellano Rai – Saxa Rubra (Roma) –
Il brano del Vangelo di San Luca di questa domenica ci sorprende: “Ma come, Gesù che è Pace ci parla di divisione? Come è possibile?”

Abbiamo spesso una visione sentimentale della fede, tutta sorrisi, dolcezze e buone intenzioni ma questo è un ideale infantile, destinato a scontrarsi con la realtà della vita, molto più dura ed esigente.

Questo è la ragione per cui molti di noi hanno lasciato la Chiesa già da giovani; di fronte ai primi problemi della vita non ti può aiutare questa caricatura del cristianesimo.

Gesù è venuto per prendere su di sé la realtà che noi viviamo, ad affrontare il combattimento che tu stesso oggi stai vivendo con gli affetti, con la famiglia, il lavoro, i soldi che non bastano, i problemi con i figli, con la solitudine…

E questo noi lo viviamo spesso come un “fuoco”; è necessario entrare in questi fatti, in queste difficoltà per scoprire la presenza del Signore, che dove gli altri ci lasciano, ci deludono, Cristo ci attende per consolarci, per donarci il Suo Aiuto.

Il punto è questo: la fede! Perché la fede vale più dell’oro, è un tesoro prezioso, e come l’oro

VIVERE IL VANGELO: XIX Domenica del tempo ordinario

03.08.2016 – di Don ANTONIO INTERGUGLIELMI – Cappellano Rai – Saxa Rubra (Roma) –

11406616_1137081969650965_2572003307405429411_nSiamo tutti invitati ad un banchetto di nozze, alla festa con il Signore…ma accettiamo questo invito oppure abbiamo cose più importanti da fare?

Perché come tutti gli appuntamenti, come il giorno delle nozze, quando è passato non si può tornare indietro.

Non è facile accettare che oggi abbiamo bisogno di convertirci, soprattutto per chi si crede già cristiano: ma se guardiamo ai Santi, ogni giorno chiedevano a Dio la Grazia della Conversione.

Convertirsi, come dice la parola, significa cambiare la nostra mentalità per quella del Vangelo, poiché viviamo nel mondo dove riceviamo costantemente il contrario di quello che dice il Vangelo, parole totalmente contrarie a quelle che il Signore ci concede di ascoltare.

Ecco che, seguendo il mondo, la nostra fede si annacqua, le “lampade accese” di cui ci parla oggi Gesù nel Vangelo, si spengono sotto il soffio dei richiami del mondo.

Perché è molto facile che la vita quotidiana ci tolga Read more »