16.01.2019 – di Don ANTONIO INTERGUGLIELMI – Cappellano Rai – Saxa Rubra (Roma) –

Rispondere alla Speranza, avere fiducia, non dubitare che Gesù ci lasci senza una risposta alle nostre suppliche. Questo l’atteggiamento della Vergine Maria alle Nozze di Cana, davanti a suo figlio, che sembrava non volerla ascoltare…Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».
E’ questa fiducia, che possiamo chiamare anche abbandono a Cristo, di cui abbiamo tutti bisogno. Soprattutto di fronte ai fatti della nostra vita che non comprendiamo, quando ci sembra che Dio non ascolti le nostre preghiere…
La fede è questa fiducia, confidare in Lui, sapendo che i disegni di Dio non possiamo sempre capirli subito, ma che sempre ci condurranno al bene: “Perché i miei pensieri non sono i vostri pensieri, le vostre vie non sono le mie vie – oracolo del Signore. Quanto il cielo sovrasta la terra, tanto le mie vie sovrastano le vostre vie, i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri” (Isaia 55,8).
Il segno che Gesù compie in questo Vangelo di Giovanni, il miracolo del vino nuovo di Cana, si ripete nella nostra vita quando come Maria ci affidiamo a Lui. Anche noi oggi accogliamo l’invito di Sua madre e se faremo quello che ci dice Cristo, il vino che oggi forse ci manca, il buio che stiamo vivendo nella nostra vita, in cui tutto sembra senza sapore, come l’acqua, verrà trasformato da Lui in qualcosa di molto più bello, molto meglio di come lo possiamo immaginare noi.

Condividi su: