Ascolta RGA – La webradio cattolica per arrivare al cuore di tutti!

Ai microfoni di RGA

VIVERE IL VANGELO – Santissima Trinità

878af4972e07916863ae909a162bf74b_XL

24.05.2018 – di Don ANTONIO INTERGUGLIELMI – Cappellano Rai – Saxa Rubra (Roma) –

Il dubbio.
Hanno visto la tomba vuota e apparire il Signore risorto, hanno mangiato con Lui, sono stati consolati e incoraggiati…eppure gli apostoli ancora dubitano!
Non dobbiamo scandalizzarci: è la debolezza Read more »

Dalla parte della legge: la responsabilità genitoriale

La competenza del giudice chiamato a decidere in materia di regolamento della responsabilità genitoriale del minore residente in uno Stato membro è determinata dal luogo della residenza abituale del minore.

Commento della sentenza N. 3555 del 10 febbraio 2017 della Cassazione Sezione Unite

L’art. 8 del Regolamento UE n. 220 del 2003, nel prevedere le domande relative alla responsabilità genitoriale su un minore, stabilisce la competenza internazionale dell’Autorità giudiziaria dello Stato membro in cui il minore stesso risiede abitualmente dalla data della domanda e per residenza abituale deve intendersi il luogo dove il minore trova e riconosce, anche grazie ad unna sua permanenza tendenzialmente stabile, il centro dei propri legami affettivi, originati dallo svolgersi della sua vita di relazione. Ai fini della individuazione del giudice competente, deve tenersi conto della residenza abituale del minore al momento dell’introduzione della domanda, senza considerare gli intervalli privi di significativa rilevanza.

I genitori, benché legalmente separati, conservano pari diritti nel provvedere alla cura, educazione ed istruzione dei figli. L’esercizio della responsabilità genitoriale riconosciuta in egual misura ad entrambi i genitori, infatti, è stato introdotto dalla legge di riforma n. 54/2006 al fine di garantire ai figli dei genitori separati di ricevere il contributo di ciascun genitore per la loro crescita armonica psico-fisica. Ciò posto, risulta evidente che il giudice della separazione coniugale, ad eccezione di gravi situazioni di insanabile conflittualità dei coniugi, deve privilegiare sempre l’affidamento condiviso dei figli ad entrambi i genitori per assicurargli, come detto, l’esercizio effettivo del diritto alla genitorialità.
Read more »

Quando lo sport non ha limiti – IL PUNTO di Luigi Saitta

over limits-2

22.05.2018 di LUIGI SAITTA

Questa volta parliamo di basket, lo sport  più bello e intelligente del mondo perché è l’unico sport che tende al cielo, come è stato – giustamente – scritto.  E parliamo  di Marco Calamai, 66 anni, una carriera da allenatore di basket in serie A, che con molto coraggio, dal 1995, allena giocatori disabili. Ha cominciato quasi per caso, dopo che Read more »